CATTOLICA ERACLEA – Sequestrato il patrimonio dell’imprenditore Giuseppe Spagnolo

Il patrimonio dell’imprenditore Giuseppe Spagnolo – 58 anni, di Cattolica Eraclea (Ag), titolare di un distributore di benzina a Montallegro (Ag) e presidente della cantina sociale di Cattolica Eraclea, stimato in alcuni milioni di euro – è stato sottoposto a sequestro preventivo. A firmare il provvedimento è stato il gip del tribunale di Agrigento, su richiesta del centro operativo della Dia di Roma e di Agrigento.

Il sequestro riguarda numerosi terreni, tra le campagne di Cattolica Eraclea, Montallegro e Ribera. L’imprenditore, attualmente sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza per tre anni, venne arrestato il 22 ottobre del 2007, nell’operazione antimafia denominata “Orso Bruno”, perchè ritenuto coinvolto nell’inchiesta a carico di esponenti di spicco del clan mafioso italo-canadese dei Rizzuto, organico alla storica famiglia di narcotrafficanti Cuntrera-Caruana.

Dopo l’operazione “Orso Bruno”, che portò in carcere 19 persone, vennero individuati i beni delle cosiddette “cellule operative italiane” del clan Rizzuto. La Dia di Agrigento, in passato, ha sequestrato altri beni mobili e immobili appartenenti a Giuseppe Spagnolo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.