Tele Studio98

la forza dell'innovazione

CERDA – Trovato dietro la sua casa il corpo della donna scomparsa

L'avevano cercata ovunque, diffondendo appelli anche su Internet. Il corpo della donna scomparsa a Cerda il 30 agosto era dietro casa, in una intercapedine tra due costruzioni

E’ stato ritrovato nel primo pomeriggio il cadavere di Ignazia Castiglia, la cinquantatreenne di Cerda scomparsa lo scorso 30 agosto dalla sua abitazione di Via Garibaldi, nel cuore del centro storico a pochi passi dalla centralissima via Roma, del paese in provincia di Palermo.

Il suo corpo è stato ritrovato tra il muro portante della sua abitazione e quella del vicino. E’ stato il forte odore proveniente da quell’intercapedine di 50 cm, tra le due abitazioni, non visibile dall’esterno ma solo da un terrazzo interno a insospettire i vicini di casa che hanno avvisato i carabinieri della stazione di Cerda. E’ bastato scorgersi un po’ e accorgersi del macabro ritrovamento.

La donna che soffriva di sindrome depressiva ed era in cura presso il dipartimento di salute mentale di Termini Imerese, era sparita dalla sua abitazione la notte del 30 agosto, tra le 2 e le 6, per giorni i carabinieri della compagnia di Termini Imerese, coadiuvati dal nucleo elicotteri e dal servizio cinofili, ma anche molti volontari.

A denunciare la scomparsa della donna era stato il marito Francesco Pirrone, un agricoltore di 61 anni. Numerosi gli appelli che erano stati lanciati attraverso stampa e social network da parte del marito e dalle tre figlie.

Per recuperare il cadavere sono dovuti intervenire i vigili del fuoco mentre la procura di Termini Imerese ha disposto l’esame autoptico per chiarire le cause del decesso, anche se sembra si sia trattato di un suicidio, in corso le indagini dei carabinieri.

About The Author

Condividi