Chiusura televisioni private. Ruvolo interroga il ministro Guidi

Il senatore agrigentino del Gal, il Gruppo Grandi autonomie e libertà, Giuseppe Ruvolo, di Forza Italia, ha presentato una interrogazione alla ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, affinchè sia subito avviato un tavolo per scongiurare la chiusura delle televisioni private. Lo stesso Ruvolo afferma : “Le emittenti radiotelevisive private in Sicilia sono una risorsa importantissima nel panorama dell’ informazione e dell’ intrattenimento locale, ma oggi purtroppo rischiano la chiusura. Il governo trovi soluzioni tecniche adeguate prima di procedere a nuove pianificazioni del settore, e apra un Tavolo con le associazioni di categoria per scongiurare l’ oscuramento di tante radio e tv. L’ Agcom, l’ Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, con delibera numero 480 del 2014, ha modificato il Piano nazionale di assegnazione delle frequenze, ed ha previsto lo spegnimento di tutte quelle emittenti che provocano interferenze nei confronti di Stati esteri confinanti. Già a gennaio scorso la Sicilia ha subito un grave danno con il ridimensionamento dei canali 38 e 43. Con la nuova proposta di pianificazione si prevede lo spegnimento dei canali 28, 31 e 45 per tutelare Malta. A conti fatti, dei 18 canali originariamente previsti ne rimangono 12. La grave crisi che si verrà a determinare porterà al definitivo collasso del settore, con pesanti ricadute occupazionali e con la dispersione di un patrimonio tecnico, di esperienze e di documentazione. Il governo intervenga per affermare la tutela e la libertà di informazione in Sicilia, ed evitare ricadute pesanti sull’occupazione in una Regione già così fortemente penalizzata”.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.