COMISO – Autopsia sul neonato morto in casa: si teme violenza

Sarà l’autopsia ad accertare le cause della morte di un bimbo di sei mesi avvenuta a Comiso. Il piccolo era a casa con la madre, una donna di nazionalità romena, e del suo compagno, tunisino. Di nazionalità tunisina pare sia anche il padre del bimbo, attualmente detenuto. Ancora poco chiare le cause del decesso. Quando nell’abitazione è giunta la polizia, il bimbo era morto da diverse ore. E’ stato il pubblico ministero di turno Santo Fornasier a disporre l’esame autoptico sul corpicino affidando l’incarico ad un medico legale esterno alla provincia di Ragusa. Le indagini sono condotte dalla squadra mobile della Questura che si è avvalsa dell’intervento di elementi della polizia scientifica e dagli uomini del Commissariato di Comiso. Il timore è che il bimbo possa essere stato oggetto di violenza, ma finora le indagini – attualmente in corso – non confermano ipotesi di questo tipo. Decisive saranno le risultanze dell’autopsia.

CONTRIBUTO FOTO DI FRANCO ASSENZA

Condividi
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.