Condannato istruttore di karate per avere abusato di allieva 15enne durante lezione

I giudici della seconda sezione penale di Agrigento, presieduta da Wilma Angela Mazzara, hanno condannato a due anni di reclusione un istruttore di karate, Calogero Guagenti, 51 anni, di Camastra, accusato di avere abusato per due volte di una allieva quindicenne, durante una pausa delle lezioni serali in una palestra di Canicattì.

La pena inflitta dai giudici è un quarto di quella proposta dal pubblico ministero Gloria Andreoli che, al termine della requisitoria, aveva chiesto 8 anni di carcere. I fatti contestati risalgono al 2015. Guagenti, in una circostanza, sarebbe entrato nel camerino riservato alle donne e si sarebbe denunato costrigendola a toccargli gli organi genitali. Il secondo episodio, ben più grave, si sarebbe prolungato per circa dieci minuti. Le violenze sarebbero avvenute nella sala dove si svolgevano le lezioni.

L’istruttore si sarebbe svestito del kimono e avrebbe costretto nuovamente la ragazzina a toccarlo. La minore raccontò l’episodio a una vicina di casa che la convinse a denunciare tutto. 

Guagenti ha sempre negato ogni accusa. Il suo difensore, l’avvocato Angelo Asaro, aveva concluso la sua arringa chiedendo l’assoluzione e sostenendo che non vi fosse alcun riscontro alle accuse della ragazzina. “Peraltro – ha detto – la ragazzina andava in palestra insieme al fratello più grande, è impensabile che l’istruttore di tennis si sarebbe spinto fino a questo punto”. “

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.