COPPA ITALIA – Promozione, Libertas Racalmuto punita oltre modo nell’andata dall’Atletico Ribera 1-2 [VD TG]

Vince in rimonta la gara di andata valevole per il secondo turno di Coppa Italia l’Atletico Ribera di mister Vincenzo Montalbano. Una Libertas Racalmut0 punita oltre modo sicuramente per quello che si è visto durante la partita, meritava tutt’altro risultato. Inizia bene la formazione di Lillo Capraro che, al primo affondo passa subito in vantaggio con Bojang, servito sul filo del fuori gioco, supera con un diagonale secco Allegro. La partita è divertente e piacevole e si gioca su ritmi degni di una partita di calcio rispetto alle prime uscite complice il gran caldo. Al 9′ i crispini usufruiscono di una punizione calciata dal limite da Santangelo che viene deviata dalla barriera. Al 20′ Cozma dispone di un calcio piazzato da buona posizione, Allegro para in due tempi tradito da un rimbalzo. I due mister come da nuovo regolamento ricorrono alle cinque sostituzioni, c’è spazio per tutti anche per il prodotto racalmutese Giuseppoe Ruggieri(nella foto). al 70′ l’Atletico Ribera perviene al pareggio,  la Mendola si spinge fin troppo palla al piede in avanti sulla metà campo avversaria, viene intercettato da Li Greci che gli sradica la palla, lancia in profondità  Geraci che con un pallonetto delizioso fulmina Giardina per il pareggio. Le due squadre non si accontentano, vogliono vincere la partita e si assiste a continui capovolgimenti di fronte. All’88’ la Libertas spreca un gol fatto: Jammeh liberato in area  calcia a colpo sicuro sul portiere che non trattiene ma sulla ribattuta ancora Jammeh per l’incredulità del pubblico presente, da pochi passi calcia alto. Gol sbagliato gol subito come la legge del calcio impone. Al 90′ l’Atletico in contropiede punisce la Libertas . Cross di Li Bassi dall’out di destra e Santangelo dall’area piccola smarcatosi nella marcatura batte Giardina per l’1-2 finale.

NELLA FOTO GIUSEPPE RUGGIERI DELLA LIBERTAS RACALMUTO

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.