CORLEONE – Badante seppellisce il corpo di un anziano per riscuotere la pensione

Il macabro racconto era vero. Il cadavere dell’anziano è stato trovato sepolto in campagna. Giaceva dentro una buca profonda non più di trentina di centimetri. Disagio sociale, miseria, solitudine. C’è tutto questo nell’incredibile storia il cui epilogo è stato scritto stamattina. I poliziotti del commissariato di Corleone hanno ritrovato il corpo di Antonino Cutrò, 87 anni, in contrada Piano di Corte, laddove la sua badante ha confessato e indicato di averlo seppellito. Per quasi due anni ha tenuto il segreto per continuare a incassare la pensione. Ieri è crollata. Ha chiamato un legale e ha raccontato la macabra storia. È stato l’avvocato Antonino Di Lorenzo ad avvertire subito la polizia. La vicenda è passata in mano alla Procura di Termini Imerese che dovrà valutare la posizione della donna. Nel frattempo sarà data una degna sepoltura al cadavere.

Vent’anni fa l’uomo, che tutti chiamavano lo zio Ciccio, si trasferisce da Bivona, nell’agrigentino, a Corleone. E conosce Maria Antonietta Di Mattia, di trentasette anni più giovane di lui. È una ragazza che si prende cura di diversi anziani del paese in provincia di Palermo. Vive una condizione economica disagiata e si dà da fare. Alla fine l’uomo si trasferisce nell’abitazione di lei, in una casa popolare.

La vita scorre normale per vent’anni. Nel novembre 2012 accade quello che la donna solo ieri ha trovato la forza di raccontare.

FOTO: LIVE SICILIA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.