CORONAVIRUS – A Casteltermini i casi salgono a 3: tutti ricondicibili al paziente 1 . Nessun coinvolgimento di una casa di riposo di Cammarata

Il primo caso di Coronavirus a Casteltermini risontrato su un 30enne operatore sanitario dell’Asp di Agrigento, potrebbe portare con sè strascichi e risvolti pesanti. Intanto, la morte della nonna del 30enne avvenuta presso l’ospedale di Mussomeli che è stata amorevolmente assistita proprio dal nipote infermiere, il decesso è stato ricondotto a patologie di natura oncologica”.  L’anziana grazie ad un tampone post-mortem è risultata positiva al Covid 19 , quindi, è morta con il coronavirus. Dunque, scoppia la tragedia nell’ospedale di Mussomeli, dove viene disposta la chiusura, sia nel reparto di Lungodegenza dove la donna era ricoverata, con tutti i ricoveri nel frattempo sospesi. Vi sarebbero tre dei degenti dello stesso reparto di Lungodegenza che accusano sintomi febbrili. Sono stati sottoposti anche loro a tampone ma i test sono stati fatti pure agli operatori della struttura sanitaria di Mussomeli. Al momento, come comunica l’Asp di Caltanissetta, i test sierologici sui 14 pazienti hanno dato esito negativo, ma si attende l’esito dei tamponi che sono stati inviati a Gela. Il Direttore Alessandro Caltagirone ha richiesto una relazione dettagliata alla direzione medica del presidio dell’ospedale di Mussomeli. E non finisce qui, sarebbe risultata positiva anche un’altra persona di Casteltermini , familiare del paziente 1, cioè l’infermiere che lavora all’Asp di Agrigento. Nel frattempo, è stato eseguito il tampone anche alla fidanzata dell’infermiere che, sempre secondo indiscrezioni , lavora in una Rsa di Casteltermini (e non Cammarata, come erroneamente ribadito in un nostro servizio, e per questo ci scusiamo con i diretti interessati) dall’esito negativo.

Sono stati più di 20 gli esiti dei tamponi rino-faringei che, nelle ultime ore, stanno arrivando fra Casteltermini e l’Asp di Agrigento. Si rimane in attesa dell’esito di questi tamponi con la speranza che il contagio possa essere contenuto.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.