CORONAVIRUS – Arrestato per mafia nel blitz di Enna trovato positivo in carcere ad Agrigento

Positivo un detenuto del carcere “Pasquale Di Lorenzo” di Agrigento. L’uomo è stato trasferito, e ricoverato, all’ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta. Si tratta di un soggetto originario della provincia di Enna che era stato arrestato, la scorsa settimana, nell’ambito dell’operazione antimafia della Dda di Caltanissetta denominata “Ultra”.

L’uomo aveva una leggera febbre ed è stato sottoposto, all’interno dell’istituto penitenziario, a tampone rino-faringeo. Il detenuto era in isolamento. Tutti coloro che arrivano al carcere “Petrusa” vengono tenuti in isolamento finché non giungerà l’esito del tampone.

Per la casa circondariale di Agrigento si tratta del terzo caso di coronavirus accertato, il primo di un detenuto. Nei mesi scorsi erano risultati positivi due poliziotti penitenziari, entrambi originari di Raffadali (Agrigento) ed entrambi guariti dopo un periodo di quarantena domiciliare.

Condividi
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.