CORONAVIRUS IN ITALIA – 63.927 casi totali e 6.077 morti. Il bollettino del 23 marzo

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, 63.927 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (4.789 persone in più rispetto a ieri per una crescita dell’8,1%). I dati sono stati forniti dalla Protezione civile. Di queste, 6.077 sono decedute (+601, +11%) e 7.432 sono guarite (408, +5,8%) . Attualmente i soggetti positivi sono 50.418 (il conto sale a 63.927 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia).

Qui gli esperti spiegano quanto tempo servirà per capire se le restrizioni funzionano, qui invece quali sono le previsioni riguardanti il picco. Questa è la mappa del contagio in Italia.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 20.692; 3.204 sono in terapia intensiva (+195, 6,8%), mentre 26.522 sono in isolamento domiciliare fiduciario.

Regione per Regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per Regione, è quello dei casi totali (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guariti). Nella foto in alto è visibile quello dei soggetti attualmente positivi. La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore.
Lombardia 28.761 (+1.555)
Emilia Romagna 8.535 (+980)
Veneto 5.505 (+383)
Piemonte 4.861 (+441)
Marche 2.569 (+148)
Liguria 1.924 (+259)
Campania 1.026 (+90)
Toscana 2.461 (+184)
Sicilia 721 (+91)
Lazio 1.540 (+157)
Friuli Venezia-Giulia 930 (+56)
Abruzzo 663 (+76
Puglia 906 (+120)
Umbria 577 (+56)
Bolzano 724 (+46)
Calabria 292 (+19)
Sardegna 359 (+20)
Valle d’Aosta 393 (+29)
Trento 1.023 (+69)
Molise 67 (+1)
Basilicata 90 (+9)

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.