CORONAVIRUS IN SICILIA – Sono 39 i nuovi casi, 4002 totali

Sono 39 i casi in più in Sicilia nelle ultime ventiquattr’ore per quanto riguarda l’epidemia di coronavirus. Il numero degli attualmente positivi sale quindi 903 di cui: 50 i ricoverati con sintomi, 10 in terapia intensiva – dati in aumento rispetto a ieri, soprattutto per quanto riguarda i casi gravi – ed 843 in isolamento domiciliare (11 in più rispetto a ieri).

Sono 4002 i casi totali dall’inizio della pandemia, 2.813 i guariti (sei in più rispetto ai ieri). Il dato dei decessi resta fortunatamente 286.

Non si ferma la crescita dei contagi per il Covid in Italia: sono 1.210 (contro il 1.071 di ieri) i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore. Sono 7 i morti, in crescita rispetto ai 3 di ieri ma in calo a fronte dei 9 registrati venerdì. Questi i dati del ministero della Salute.

Sono 47 i ricoverati in più con sintomi covid in Italia (per un totale di 971) con un incremento di 5 persone in terapia intensiva (69) rispetto a ieri. In isolamento domiciliare sono in 17.398 (+883). Sono i dati forniti dal ministero della Salute che riportano anche i tamponi effettuati, circa 67 mila, 10 mila in meno di ieri.

Sono cinque le regioni che hanno superato oggi i cento contagiati, con la Lombardia che ritorna al top con 239 nuovi casi, seguita dal Lazio con 184, dal Veneto con 145, dalla Campania con 138 e dall’Emilia Romagna con 127. Più distanziate le altre regioni, con 81 casi in Sardegna e 59 in Toscana. L’unica regione che oggi non registra contagi è la Valle d’Aosta mentre in Molise se ne segnala uno, 3 nella provincia di Trento e 5 sia in Basilicata che nelle Marche. Per quanto riguarda i ricoverati con sintomi, il Lazio continua ad aver il dato più alto (286) con un incremento di 21 rispetto a ieri. Stabile la Lombardia con 148. Le terapie intensive sono più numerose in Lombardia (14) con al secondo posto la Sicilia (10).

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.