CORONAVIRUS – La Procura di Sciacca ha aperto un’inchiesta per epidemia colposa: un indagato

La Procura della Repubblica di Sciacca ha aperto un fascicolo d’inchiesta per concorso colposo in epidemia e inosservanza al provvedimento dell’autorità. Una la persona iscritta nel registro degli indagati, che avrebbe commesso una violazione delle normative disposte per contenere il rischio contagio da Coronavirus.

L’inchiesta, sulla quale non trapela nessun altro dettaglio, è nata dopo una denuncia e la magistratura di Sciacca – coordinata dal procuratore capo Roberta Buzzolani – ha avvisato anche l’autorità sanitaria. Il reato di epidemia colposa, nella forma aggravata, è punito fino a 12 anni di reclusione.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.