CORTE D’ASSISE – “Contagiò 30 donne con l’Aids”, chiesto l’ergastolo per un 32enne di Caltanissetta

Per l’accusa non ci sono dubbi: Valentino Talluto, il sieropositivo originario di Caltanissetta accusato di aver contagiato volontariamente non meno di 30 donne deve essere condannato all’ergastolo. La richiesta è stata fatta dal pm Elena Neri ai giudici della terza corte di assise della capitale dove, per la prima volta in Italia, si celebra un processo in cui è contestato il contagio diffuso di Hiv. Epidemia dolosa e lesioni gravissime i reati attribuiti a Talluto il quale, nel corso del dibattimento, si è difeso negando di «essere un mostro».

Ma per il pm Neri all’imputato «non possono essere concesse le attenuanti generiche non avendo mai dimostrato pentimento».

«Talluto – ha aggiunto il rappresentante dell’accusa durante la requisitoria – non ha mai collaborato, ha reso false dichiarazioni, ha sempre negato ogni responsabilità anche di fronte all’evidenza: il suo era un modo per seminare morte». All’imputato sono contestati 57 casi tra contagi diretti (oltre 30), indiretti (un bimbo e tre partner di donne in precedenza infettate), ed episodi di donne scampate alla trasmissione del virus.

La corte presieduta da Evelina Canale emetterà la sentenza il 25 ottobre prossimo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.