CRIMINALITA’ – Sgominata gang falsi finanzieri assaltava facoltosi commercianti

Si fingevano finanzieri, entravano in casa delle vittime – facoltosi commercianti palermitani e trapanesi – e li rapinavano: a marzo scorso furono arrestati in flagranza mentre svaligiavano un’abitazione a Trapani. Ma dopo un anno sono stati tutti rilasciati per scadenza dei termini.
Solo il capo della banda Giovanni Beone, 50 anni, era in cella da giugno perché coinvolto in un’indagine su mafia ed estorsione. I complici sono tornati in galera stamattina a conclusione di una indagine della polizia coordinata dall’aggiunto Maurizio Scalia.

La banda, tenuta sotto controllo dagli agenti dell’antirapina della Mobile per sette mesi, era ben organizzata: aveva mezzi di trasporto, armi, uniformi delle forze dell’ordine e una struttura quasi militare. Sceglieva le vittime tra commercianti ricchi che pedinava e di cui studiava le abitudini.

La rapina veniva progettata accuratamente.
Oltre al colpo a Trapani, avrebbe svaligiato la casa di un commerciante di carne a maggio del 2012. Bottino 200mila euro. A fine anno, poi, sarebbe toccato a un pensionato palermitano costretto ad aprire ai banditi che, travestiti da Finanzieri, avevano detto di dovere effettuare una perquisizione.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.