Crisi emittenza radio televisiva locale, il Sagi scrive a Patuanelli

Il segretario nazionale del Sagi, il sindacato autonomo giornalisti italiani, Nino Randisi, ha inviato una lettera al ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, affinchè, a fronte della crisi indotta dall’emergenza coronavirus, si intervenga a sostegno della emittenza radio televisiva locale. Nino Randisi afferma: “La pandemia del covid 19 sta mettendo in ginocchio l’emittenza radio televisiva locale e i lavoratori, molti dei quali sono precari. Nel decreto del governo Conte cosiddetto ‘Cura Italia’ non ci sono sostegni in favore dei lavoratori precari dell’informazione, ma solo per i contrattualizzati. Pertanto necessita attivare subito maggiori risorse per gli ammortizzatori sociali e la sospensione dei versamenti fiscali e previdenziali per gli editori, che con il calo significativo degli introiti pubblicitari privati rischiano il collasso con la inevitabile chiusura dell’azienda editoriale. Le tv locali italiane, che oggi sono 458, creano pluralismo, crescita, occupazione e Pil, ed oggi, a causa di questa situazione emergenziale, sono in grandissima sofferenza” – conclude Randisi. “Appena sarà possibile – aggiunge il coordinatore del Sagi, Enzo Nocera- terremo ad Agrigento un forum sulla situazione dell’emittenza radio televisiva regionale, dove affronteremo tutte le tematiche sia da un punto di vista sindacale ma anche ordinistico”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.