Crollo del viadotto Scorciavacche indagati vertici siciliani dell’Anas

Non è più a carico di ignoti l’indagine aperta dalla Procura di Termini Imerese dopo il crollo del viadotto Scorciavacche, sulla Palermo-Agrigento, venuto giù a dicembre pochi giorni dopo l’inaugurazione. 

Secondo quanto si apprende, i pm stanno per notificare diversi avvisi di garanzia. Tra gli indagati ci sarebbero i vertici dell’Anas siciliana e i collaudatori del viadotto. Tra loro anche i componenti della Commissione, poi dimessasi, che avrebbe dovuto verificare la stabilità dell’opera.

L’inchiesta coordinata dal Procuratore Alfredo Morvillo mira ad accertare le ragioni del cedimento e le eventuali responsabilità dell’Anas incaricata dell’alta sorveglianza sui lavori sul viadotto.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.