DESIO – Delitto Lo Jacono, pena ridotta a ravanusano

I giudici di Appello hanno riformato la sentenza di primo grado con la quale i presunti killer di Franca Lo Jacono, la consuocera dell’imprenditore di Ravanusa assassinato a Desio, erano stati condannati. Il verdetto è stato emesso nei confronti di Antonino Giarrana, originario di Ravanusa, e di Antonio Radaelli. Ora, i giudici di Appello hanno ridotto la condanna al ravanusano a 30 anni di reclusione, in primo grado era stato condannato all’ergastolo. Mentre ad Antonio Radaelli, l’altro sicario, la condanna da 18 è stata portata a 30 anni. I due sono anche accusati di avere assassinato Paolo Vivacqua. Confermata, invece, la sentenza di primo grado per Raffaele Petrullo, accusato di avere fatto da “palo” in occasione dell’omicidio della donna.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.