“Di tanto in tanto”, a Racalmuto si presenta il libro di Carmelo Sciascia

Si intitola “Di tanto in tanto” il libro di Carmelo Sciascia che sarà presentato venerdì prossimo, alle 19, al Castello chiaramontano in piazza Umberto I a Racalmuto.

Dopo i saluti di apertura a cura di Gino Giudice, presidente della Pro Loco di Racalmuto; Ivana Mantione, assessore alla Cultura al Comune di Racalmuto; Vincenzo Maniglia, sindaco di Racalmuto, converseranno con l’Autore l’ingegnere Gabriella Battaglia e la giornalista Giovanna Neri. Durante la presentazione, moderata da Lillo Alaimo Di Loro, presidente dell’associazione Humus, la docente Marianna Giancani leggerà alcuni brani tratti dal libro mentre Sara Chianetta intratterrà i presenti con l’esecuzione di alcuni brani musicali.

“Di tanto in tanto” – dice Lillo Alaimo di Loro – è una breve raccolta di riflessioni dello scrittore Carmelo Sciascia, l’undicesima della serie, che racconta in modo singolare, colto e puntiglioso, frammenti di vita quotidiana del nostro Paese. Con un linguaggio raffinato e piacevolissimo, Carmelo Sciascia costringe il lettore a profonde riflessioni sui temi più disparati della nostra quotidianità di cui oggi si sente grande bisogno e necessità. Carmelo, che ama definirsi “piacentino di Sicilia” è un perfetto esempio di integrazione culturale tra Nord e Sud, un intellettuale puro che, da vero emiliano, partecipa attivamente alla vita culturale in quei luoghi del nord con lo stesso trasporto ed enfasi con cui, da vero siciliano, ama raccontare la sua Sicilia trovando, in entrambi “i mondi”, immancabili elementi di continuità storica e umana. Credo che sia la dimostrazione che il controverso processo di unificazione nazionale è finalmente compiuto”.

“L’evento – aggiunge Gino Giudice – è anche un esperimento di collaborazione tra le tante strutture culturali che oggi operano a Racalmuto che sempre di più si avvia a diventare “il paese della cultura”.

A conclusione della serata, nel rispetto della tradizione, sarà servita una degustazione dei celebri tarallucci di Racalmuto e del pregiato vino rosso del Carmine che, per l’occasione, sarà offerto dall’azienda “Feudo di Regalpetra”. Non a caso due elementi fortemente identitari del territorio che affondano la loro storia nel “paesaggio culturale sciasciano” di cui, comunque, ne rappresentano brillantemente il racconto.

L’organizzazione dell’evento, che gode del patrocinio del Comune di Racalmuto, è a cura dell’associazione Humus e della Pro Loco di Racalmuto con la collaborazione di Casa Sciascia, Arci Arcobaleno e Centro culturale Pio Lo Bue.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.