DROGA – Processo “Hardom”: 7 condanne

Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Palermo, Michele Alajmo, ha condannato i 7 imputati del processo scaturito dall’operazione antidroga denominata “Hardom” che hanno scelto di essere giudicati con il rito abbreviato. Per tutti è caduta l’accusa dell’associazione per delinquere, reato riqualificato in spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. Queste le pene inflitte: 10 anni di reclusione a Salvatore Prestia, di Porto Empedocle;  8 anni, 9 mesi e 10 giorni ad Alfonso Lauricella, di 45 anni, di Porto Empedocle; 8 anni ad Antonio Russello, di 27 anni, di Favara; 7 anni e 4 mesi a Giuseppe Grassonelli e Roberto Romeo, entrambi trentenni empedoclini; 5 anni e 6 mesi a Giuseppe Salemi, di 30 anni, di Porto Empedocle; 5 anni a Giuseppe Cefalù, di 26 anni, di Porto Empedocle.  Il blitz «Hardom» scattò all’alba dell’8 febbraio del 2011, quando i poliziotti della Squadra Mobile di Agrigento e del Commissariato di Porto Empedocle, eseguirono 11 provvedimenti di fermo disposti dai magistrati della Dda di Palermo, che in principio ipotizzarono il reato di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di droga a Porto Empedocle e Favara.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.