Droga, rapine ed estorsioni nel Nisseno: 26 condannati

Il Tribunale di Caltanissetta ha condannato 26 persone, ritenute componenti di due gruppi criminali attivi nel capoluogo nisseno, e accusate a vario titolo di associazione a delinquere, spaccio di stupefacenti, rapina, furto, estorsione, danneggiamento e ricettazione. I giudici hanno inflitto pene comprese tra gli otto mesi e i trent’anni di reclusione e assolto da tutte le accuse altri diciannove imputati nel processo per le operazioni “Cobra”, “Figaro” e “Giro di vite”. 

Trent’anni sono stati inflitti al nisseno Vincenzo Ferrara, considerato colui che avrebbe gestito lo spaccio di stupefacenti a Caltanissetta per conto di Cosa Nostra. A diciotto anni ciascuno sono stati condannati i suoi fratelli, Ivan e Fabio Ferrara. Il Tribunale ha inoltre inflitto ventitré anni e nove mesi al nisseno Davide Palermo, sedici anni e sette mesi a Manuel Mosca, quattordici anni e sei mesi a Nunzio Di Stefano, dodici anni ciascuno a Luana Scarlata e Francesco Fiandaca, undici anni a Giovanni Germano Paladino, dieci anni a Marianna Ventura e Maurizio Giudici.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.