ECCELLENZA – Manita della Folgore sulla Libertas: è crisi nera [VIDEO]

Non c’è trippa per i gatti. Al Paolo Marino di Castelvetrano, la Folgore fa un sol boccone della Libertas Racalmuto sempre più avviata a recitare il ruolo di cenerentola nel torneo di Eccellenza girone A. Arriva la solita debacle in trasferta senza prova d’appello. Il fatto di riuscire a reggere gli avversari sul proprio campo, ma venendo poi, puntualmente castigati al primo errore, non può ritenersi più una giustificazione plausibile. Perchè ormai in trasferta questa squadra, costruita malissimo durante l’estate, non riesce a reggere l’urto degli avversari che dimostrano di essere davvero formazioni di Eccellenza. Oggi, la Folgore di Amoroso infligge una “manita” dalla quale si riesce difficilmente a dare una spiegazione. Semplicemente Folgore da “Eccellenza” , Libertas , come sempre non pervenuta e ancora bocciata. La partita si sblocca già al 14′ con un gran gol di Licata da 25 metri, è il 3 0 4 gol che la Libertas subisce dalla lunga distanza. Salemi al 34′ come se non bastasse lascia i suoi in inferiorità numerica perchè viene espulso per somma di ammonizioni. Al 44′ anche Morici della Folgore raggiunge anzitempo la doccia. Si ristabilisce la parità numerica , ma non servirà. Nella ripresa, la Folgore chiude tutti i conti. Al 50′ il raddoppio di Maggio. Al 71′ il terzo gol di Galluzzo , al 74′ il poker a firma di Giordano e all’87’ Seckan per la cinquina o manita come meglio vogliasi definire. Insomma, la Folgore prosegue il suo cammino verso il primato, la Libertas Racalmuto rimane con i suoi poverili 4 punti e , oltre ad allontanare le speranze di poter raggiungere i play-out sta compromettendo anche il mercato di dicembre che potrebbe anche non più servire visti i ritardi in classifica. Ma da questi giocatori, al momento, nessuna reazione di orgoglio verso gli sforzi profusi da questa società negli ultimi 5 anni. E allora, chiediamo alla società di cambiare in blocco questa squadra che, non sembra degna della società Libertas e nemmeno del torneo di Eccellenza.  Ma non c’è da perdere tempo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.