ECCELLENZA – Mano pesante del giudice sportivo su Campofranco, Libertas e Kamarat

Si fa incandescente il clima nel campionato di Eccellenza Gir. A. Dando un’occhiata al comunicato diramato  dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti Sicilia, si può comprendere come siano saltati i nervi in campo e fuori. Intanto, non è stato omologato il risultato della partita 2Parmonval – Gela” finito sul campo 1-1. Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Societa’ GELA CALCIO S.R.L. la Lega soprassiede ad ogni decisione in merito. E ancora, è stato respinto il reclamo dell’Alcamo, in merito alla gara persa in casa, lo scorso 31 gennaio contro la Pro Favara per 3-2. . La Società Alba Alcamo 1928 aveva chiesto la ripetizione della gara, in quanto viziata da un “errore tecnico” commesso dall’arbitro; secondo la reclamante , dopo l’espulsione del calciatore Armenio Umberto (Pro Favara), lo stesso è rimasto sul terreno di gioco sino a quando, accortosene solo successivamente, l’arbitro lo allontanava definitivamente;
Chiesti chiarimenti all’arbitro della gara ed esaminato il supplemento prodotto, lo stesso ha confermato che l’Armenio, nonostante espulso al 46′ del s.t. a seguito di un fallo che aveva determinato la concessione di un calcio di rigore a favore della Società Alba Alcamo, è rimasto all’interno del terreno di gioco durante l’effettuazione del rigore stesso; il direttore di gara, prima che il gioco venisse ripreso, accortosi della presenza in campo dell’Armenio, lo invitava a lasciare il terreno di gioco;
ma la Lega non ha accolto il reclamo proposto dall’Alcamo;perchè non ha determinato in alcun modo alcuna influenza sul regolare andamento e conclusione della gara considerato che il suddetto calciatore, dopo la propria espulsione, non ha partecipato attivamente ad alcuna fase della stessa.Pertanto, ha deliberato; di respingere il reclamo proposto dalla Società Alba Alcamo 1928, addebitando alla stessa la relativa tassa; Di dare atto del risultato conseguito in campo.

AMMENDA
Euro 250,00  KAMARAT
Per avere, propri sostenitori, tentato di abbattere un cancello che introduce nello spiazzo antistante gli spogliatoi; nonchè per avere, addetto al servizio d’ordine, assunto grave contegno irriguardoso, offensivo e minaccioso nei confronti dell’arbitro che altresì spintonava con forza provocando momentaneo acuto dolore.

Euro 200,00 LIBERTAS 2010
Per manifestazioni di intemperanza, da parte di propri sostenitori, nei confronti degli ufficiali di gara, del C.C. e di Organi Federali; nonchè per avere, i suddetti, prima tentato di forzare un cancello e poi per essersi introdotti nello spiazzo antistante gli spogliatoi attraverso lo stesso cancello deliberatamente aperto.

E’ stato squalificato per più di 4 anni il dirigente del Campofranco , MORREALE GIOVANNI SALVATORE, Per grave contegno irriguardoso nei confronti degli ufficiali di gara; nonchè per avere colpito un A.A. con un violento schiaffo al collo che provocava forte dolore, un vistoso arrossamento e stato confusionale.
La sanzione comminata, ai sensi dell’art 16, comma 4 bis, del C.G.S.
sarà considerata ai fini dell’applicazione delle misure amministrative poste a carico delle Società dilettantistiche e di Settore Giovanile, deliberate dal Consiglio Federale per prevenire e contrastare le condotte violente nei confronti degli ufficiali di gara.
Meno pesante la squalifica nei confronti dell’altro dirigente, Francesco Adamo, inibito fino al 15 marzo 2016, Per contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti dell’arbitro e di CURCIO ANTONIO CALOGERO fino al 10 marzo 2016, Per contegno offensivo nei confronti di un A.A.  Al giocatore Dario Costa dell’Atletico Campofranco sono state inflitte 4 turni di squalifica.

Anche in casa Kamarat arrivano squalifiche pesanti nei confronti di due giocatori importanti: 3 turni per Pirrotta Filippo per contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti dell’arbitro e 2 turni per Albeggiano Salvatore.

Per La Libertas Racalmuto sono stati squalificati per ben 3 gare, Epifanio Lo Giudice per grave atto di violenza nei confronti di un calciatore avversario; 2 turni ad Alessio La Mendola e un turno a Mirko Curella.

Dovranno saltare la prossima partita di campionato Gustella, Pirrone e Principato dell’Alba Alcamo; Bertolino e Gaglio del Castelbuono,; Fragapane e Maniscalco della Sancataldese e infine, Lombardo del Dattilo.

Si tratta quasi di un bollettino da guerra. In questa fase finale del campionato sembra prevalere il nervosismo. Serve moderazione, calma e sangue freddo.

 

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.