ECCELLENZA – Mazzata del giudice sportivo sulla Pro Favara

Il Giudice sportivo si abbatte sulla Pro Favara. Un vero e proprio bollettino di guerra quello risultante dal comunicato federale. La gara presa in esame è Pro Favara- Mussomeli, giocata domenica scorsa al “Bruccoleri” di Favara, vinta 1 a 0dalla squadra ospite e terminata con sette ammoniti e 4 espulsi, tutti della Pro Favara. La squalifica più pesante, cinque anni, è stata inflitta al dirigente Salvatore Marrone, inibito a svolgere ogni attività fino al 31 dicembre del 2020. Secondo il referto del commissario di campo e terna arbitrale, Marrone si sarebbe reso responsabile di reiterate proteste nei confronti di un assistente dell’arbitro, di contegno offensivo e minaccioso nei confronti dello stesso e per averlo colpito con calci e attinto con sputi al viso, durante la gara; nonchè per contegno offensivo, minaccioso ed aggressivo nei confronti degli ufficiali di gara, alla fine della partita. Per proteste è stato sospeso fino al 15 marzo l’allenatore Gaetano Longo e per una gara ciascuno a seguito dell’espulsione dal campo i giocatori: Armenio, Fallea e Costanza che salteranno la trasferta di Mazara. Per i fatti del dopo partita il Giudice Sportivo della Lega Sicula ha squalificato anche lo stadio “Bruccoleri” per due giornate e multato la società con mille euro di multa. Il tutto, scrivono nel rapporto arbitro, assistenti e commissario di campo, per gravi e ripetute manifestazioni di intemperanza, da parte di propri sostenitori, nei confronti degli ufficilai di gara, altresì attinti da sputi, durante e alla fine della stessa, nonchè per avere, persona non identificata, indebitamente presente all’interno degli spogliatoi.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.