ECCELLENZA – Terremoto in casa Libertas Racalmuto: Balsamo si dimette

Terremoto in casa Libertas Racalmuto, la sconfitta subita a Favara ha lasciato strascichi non indifferenti.  Che si respirasse un’aria difficile in casa della matricola già prima della doppia trasferta di Sancataldo e Favara era risaputo, ma che la barca potesse affondare ulteriormente, forse, in pochi lo pensavano. In serata, sono arrivate le dimissioni dell’allenatore Peppe Balsamo che la società ha accolto. La scoeità Libertas 2010 Racalmuto ringrazia  il mister per il lavoro svolto, in questi mesi, augurando al tecnico licatese grandi successi in futuro, viste le doti umane e professionali dimostrate fino all’ultimo. Insieme a Balsamo vanno via i giocatori Armenio, Firingeli , Carfì e Milizia. A 48 ore dalla chisura del mercato certamente non sarà facile rimettere su il giocattolo. Ma in casa Libertas Racalmuto assicurano: “Forse stiamo pagando lo scotto di essere una matricola, il torneo di Eccellenza è un campionato molto difficile e se non sei pronto ad affrontare tutte le avversità del caso ti trovi a fronteggiare una situazione come la nostra non facile da gestire. In tanti hanno abbandonato la barca che affonda come è capitato a Schettino. Ma possiamo garantire che sarà una settimana in cui di certo non dormiremo per rimettere su una squadra degna di poter proseguire il torneo. La Libertas è una società giovane e soprattutto sana. Quindi, niente preoccupazioni o allarmismi, il calcio è questo, e possiamo tranquillamente affermare di avere già avviato parecchi contatti per continuare la nostra avventura, vada come vada”.  Il Dg Biagio Calvano e tutto il suo entourage già da stasera sono al lavoro, innanzitutto, per affidare ad un nuovo allenatore la squadra e assieme a lui portare quegli innesti che possano far finire dignitosamente la stagione alla Libertas Racalmuto. Circola già qualche nome e si tratterebbe di un nome di grosso calibro. Ne sapremo di più nelle prossime ore.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.