ENNA – Anziana avvelenata dal morso del ragno violino

Dopo la zanzara tigre sbarca in Sicilia il ragno violino. All’Umberto I di Enna, si è registrato il primo caso di morso del velenoso aracnide. Si tratta di una donna, sulla settantina d’anni di Pietraperzia, giunta al Pronto soccorso, e ora ricoverata nel reparto di Medicina, dopo il morso del presunto velenosissimo ragno violino (così chiamato per una sorta di disegno oscuro sull’addome dalla forma simile allo strumento musicale) ritrovato tra le lenzuola del suo letto.

La donna, svegliatasi durante le ore notturne a causa di un forte dolore ha subito scoperto di avere un importante gonfiore al volto, si è recata prima alla guardia medica della sua città e poi in ospedale.

«La paziente riporta un quadro infiammatorio acuto – spiega l’ equipe guidata da Renato Valenti La presenza di lesioni ulcerative al volto e una vistosa tumefazione ingravescente, non le è possibile aprire un occhio, ci ha condotti dopo alcune verifiche alla diagnosi di un raro ma probabile morso di Loxosceles che provoca un grave danneggiamento dei tessuti».

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.