ENNA – Miniera di Pasquasia, bonifica e tangenti: arresti eccellenti

I carabinieri di Enna stanno eseguendo ordini di custodia cautelare in Sicilia e in Lombardia nei confronti di imprenditori, professionisti e funzionari pubblici, che avrebbero tentato di accaparrarsi indebitamente l’appalto (8 mln di euro) per la bonifica del sito minerario di Pasquasia (Enna).

Agli indagati sono contestati i reati di smaltimento di rifiuti tossici, peculato e varie ipotesi di falso, ad alcuni anche il concorso esterno in associazione mafiosa, per avere agevolato “cosa nostra”, grazie all’assunzione pilotata di lavoratori, o favorendo l’impiego di ditte vicine all’organizzazione criminale.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.