ENNA – Operazione “Draci”, 13 arresti per furti mezzi agricoli

Tredici persone sono state colpite da ordinanza di custodia cautelare per associazione per delinquere finalizzata al furto. L’operazione, denominata ‘Draci’, è stata eseguita dalla squadra mobile di Enna, dal commissariato di Piazza Armerina e dalla mobile di Catania, coordinati dalla Procura di Enna. Gli indagati rubavano, secondo l’accusa, autocarri, escavatori, trattori e quad, in aziende agricole dell’ennese e delle province limitrofe. Una parte della refurtiva è stata recuperata.

Uno degli indagati portava con sé durante l’esecuzione dei colpi il figlioletto di appena pochi anni. Fra i colpi messi a segno, un furto a un’azienda sequestrata alla mafia. Uno dei componenti della banda avrebbe anche frodato l’assicurazione: scappando durante un furto avrebbe danneggiato pesantemente la sua auto che avrebbe poi dato alle fiamme per riscuotere il premio assicurativo.

Grazie all’azione degli investigatori è stata recuperata parte della refurtiva, composta principalmente da numerosi mezzi da lavoro di ingente valore, permettendo di fare luce su decine di colpi. Il principale esponente del gruppo criminale, portava con sè durante l’esecuzione dei colpi, persino il figlioletto di pochi anni. In particolare, l’indagine è stata svolta con attività tecniche di intercettazioni ambientali e telefoniche, rilevazione dei dati gps dei veicoli utilizzati dai componenti del gruppo, analisi dei tabulati di traffico telefonico delle utenze in uso agli indagati, visione dei circuiti di videosorveglianza delle aziende agricole e delle attività commerciali derubati o di altri sistemi pubblici, analisi dei profili del social network facebook, acquisizione di denunce delle vittime e altre escussioni, nonché da numerosissimi servizi sul territorio.

 

Fermo di indiziato di delitto a carico di:

  1. FINARU Madalin Ionut, rumeno, classe 1994, residente a Ramacca (CT);

  2. MARINO Fabrizio, catanese, classe 1991, residente a Ramacca (CT) con precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio;

  3. DI STEFANO Alfio, catanese, classe 1983, residente a Ramacca (CT), con precedenti di Polizia per reati contro la persona e contro il patrimonio;

  4. DAN Georgian, rumeno, classe 1987, residente a Ramacca (CT);

  5. BALSAMO Giuseppe, catanese, classe 1988, con Precedenti di polizia per reati contro il patrimonio;

  6. CHINNICI Giuseppe Calogero, catanese, classe 1986, residente Paternò (CT);

  7. DI BENEDETTO Loris Salvatore, catanese, classe 1998, residente a Ramacca (CT);

  8. COMPAGNINO Angelo Samuele, catanese, classe 1995, residente a Ramacca (CT);

  9. ILIE Dumitru, rumeno, classe 1985, residente a Ramacca (CT);

  10. CURELLO Giovanni, catanese, classe 1997, residente a Ramacca (CT);

  11. SANDU Mihaita, rumeno, classe 1984, residente a Ramacca (CT);

  12. SCHEPIS Andrea Carmelo Cono, messinese, classe 1973, residente a Paternò (CT);

  13. SCHEPIS Anthony, catanese, classe 1998, residente a Paternò (CT).

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.