ENNA – Tredicenne morto per una febbre, indagati due medici

Per la morte di Calogero Tropea, 13 anni, di Barrafranca, la Procura di Enna ha iscritto nel registro degli indagati, con l’accusa di omicidio colposo, due medici del reparto di Rianimazione dell’ospedale Umberto I. Il ragazzo era stato ricoverato in rianimazione dopo una presunta influenza curata a casa. Solo il giorno dopo il ricovero i familiari avevano casualmente scoperto che il ragazzo era in coma. Domenica scorsa poi la morte e la denuncia della famiglia alla procura che ha disposto l’autopsia sul corpo.

Nell’esposto, presentato dall’avvocato Angelo Tambè, che assiste la famiglia Tropea, si legge che il giorno della morte ai genitori era stato detto che le analisi indicavano che i valori si erano normalizzati. Alle 18.30 il ragazzo è stato trasportato dalla rianimazione alla sala Tac, dove secondo la madre sarebbe rimasto solo una decina di minuti e poi sarebbe stato riportato in rianimazione. Alle 19.30 ai familiari è stato comunicato il decesso.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.