ESODO A MESSINA – Ministero dell’Interno:”Le accuse non rispondono al vero”

La ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha replicato al presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in riferimento ai rientri dal nord ed agli approdi incontrollati a Messina. La ministro Lamorgese ha dichiarato: “Non rispondono al vero le accuse del presidente Musumeci – mosse per di più in un momento in cui le Istituzioni dovrebbero mostrarsi unite nel fronteggiare l’emergenza – secondo le quali sarebbe in atto un flusso incontrollato verso le coste siciliane, tant’è che finora tutte le persone che hanno traghettato sono risultate legittimate a farlo”.

I transiti giornalieri per la Sicilia hanno fatto registrare una costante diminuzione dai 2760 di venerdi 13 marzo ai 551 di domenica 22 marzo. La domenica precedente , 15 marzo, il traffico era consistito in circa il doppio di auto e quasi il triplo di passeggeri , rispettivamente 469 e 1384. In particolare, domenica, sono traghettati -rileva la nota del Ministero dell’Interno – da Villa San Giovanni a Messina 551 viaggiatori e 239 autovetture. Tutti i viaggiatori sono stati controllati prima di salire a bordo. Dei 551 viaggiatori, 136 sono risultati appartenenti alle forze dell’ordine che giornalmente attraversano lo stretto per motivi di lavoro; i restanti 415 sono tutti risultati appartenenti alle altre categorie legittimate ad effettuare il traghettamento. Dunque, non rispondono al vero,  secondo il Ministero dell’Interno, le accuse del Presidente Musumeci- comunque – si conclude la nota nel caso in cui venga individuato un soggetto non autorizzato, questi verrà fermato e denunciato ai sensi dell’articolo 650 del codice penale.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.