Espulso da Agrigento terrorista arrestato per l’attentato a Tunisi[VIDEO]

Il 22enne marocchino Touil Abdelmajid, arrestato dagli uomini della Digos e del Ros per la strage al museo Bardo di Tunisi, un mese prima dell’attacco si trovava ad Agrigento.
Il 17 febbraio, infatti, Abdelmajid, era arrivato su un barcone a Porto Empedocle. Qui era stato identificato dai poliziotti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Agrigento, insieme ad altre 90 persone, e aveva ricevuto dal Questore di Agrigento, Mario Finocchiaro, un provvedimento di espulsione. Da quel momento in poi, il 22enne era sparito nel nulla, per comparire il giorno dell’attentato a Tunisi. Poi l’immigrato si sarebbe rifugiato da irregolare in Italia. E’ stato scovato in casa di alcuni parenti a Gaggiano, nell’hinterland milanese. I suoi parenti sono in Italia con permesso di soggiorno. Per la Polizia tunisina avrebbe avuto un ruolo nell’attentato al museo.

Sarebbe tra i responsabili dell’attentato, responsabile sia della pianificazione che dell’esecuzione materiale della strage. Era il 18 marzo scorso quando un commando si asserragliò all’interno del museo, il più antico del mondo arabo, che si trova vicino al Parlamento di Tunisi. Alla fine della giornata, il bilancio della strage fu di 24 morti e 45 feriti, tra cui quattro vittime italiane.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.