FAVARA – Trovato con quasi 20 chili di hashish in casa , impiegato rimane in carcere

Calogero Presti, 41 anni, l’impiegato di Favara arrestato il 16 giugno dai carabinieri dopo essere stato trovato in possesso di quasi venti chili di hashish, resta in carcere. Lo hanno deciso i giudici del tribunale del riesame di Palermo confermando il provvedimento emesso dal Gip Alessandra Vella. Il favarese, difeso dagli avvocati Giovanni Castronovo, Tanja Castronovo e Salvatore Virgone, nell’interrogatorio si era avvalso della facoltà di non rispondere. Il giudice, poco dopo, aveva emesso l’ordinanza con la quale accoglieva le richieste del pm Santo Fornasier e disponeva la convalida dell’arresto e la custodia cautelare in carcere.

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.