FAVARA – Accoltellò il padre, il perito:”Era incapace di intendere”

Svolta nel processo che si sta celebrando al Tribunale di Agrigento nei confronti di Giorgio Piscopo, 24 anni, disoccupato, di Favara, che il 6 luglio dello scorso anno finì in manette per avere accoltellato il padre. Domenico Micale, psichiatra incaricato dai giudici della sezione penale del Tribunale di effettuare una perizia medico-legale sull’imputato, ha dichiarato ieri in aula che Piscopo – affetto da un disturbo schizzofrenico – al momento del fatto non era capace di intendere e di volere. Il perito ha anche sostenuto la pericolosità sociale del giovane.  Il processo, proseguirà l’8 luglio.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.