FAVARA – Acque di vegetazione, blitz della Polizia provinciale

La Polizia provinciale di Agrigento, capitanata da Vincenzo Giglio, è intervenuta a Favara, insieme ai tecnici dell’Arpa protezione ambiente, ai Carabinieri della locale Tenenza, e alla Polizia municipale, a seguito alla segnalazione di Girgenti Acque sull’ ingresso di acque di vegetazione nel depuratore di Contrada Burgilamone. All’ interno di un frantoio sono state scoperte delle cisterne in cui è stata convogliata l’acqua di vegetazione poi smaltita illecitamente. Lo sversamento abusivo ha percorso circa 400 metri tra un pozzetto esterno e la pubblica fognatura attraverso un canalone scatolare in cemento. La Polizia Provinciale ha sequestrato le vasche di stoccaggio e applicato per la prima volta la normativa in materia ambientale, con prescrizioni tecniche per la bonifica dei siti inquinati. Il sequestro ha interessato anche un’area di 150 metri quadri, dove sono state collocate le cisterne, e che è adibita a deposito incontrollato di rifiuti.


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.