FAVARA – Antimafia, la Prefettura taglia il Tar riabilita

Due societa’ con sede a Favara, operanti nel settore turistico alberghiero, hanno presentato dei progetti di investimento all’ assessorato regionale alle Attivita’ produttive, piazzandosi utilmente in graduatoria per l’erogazione del Credito alle imprese. Pero’, la Prefettura di Agrigento aveva emesso delle informative antimafia atipiche, perche’ nelle due societa’ ricorrerebbero parentele ritenute scomode dalla Prefettura di Agrigento. Dunque, i progetti delle due imprese sono stati esclusi dalla graduatoria. Le due societa’ favaresi hanno presentato ricorso al Tar tramite gli avvocati Girolamo Rubino  e Leonardo Cucchiara. I giudici amministrativi, ritenendo fondate le censure di Rubino e Cucchiara, che hanno eccepito una grave forma di eccesso di potere sotto il profilo della carenza di motivazione e del difetto di istruttoria, hanno sospeso l’esecuzione del provvedimento di esclusione, e le due imprese saranno riammesse in graduatoria.

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.