FAVARA – Cercò di screditare pentito, Avvocato penalista a giudizio

Giudizio abbreviato per l’avvocato Salvatore Cusumano, 41 anni, di Favara, finito a processo , dopo un’articolata vicenda giudiziaria , con l’accusa di favoreggiamento. I suoi difensori Leonardo Cusumano e Salvatore Pennica, hanno formalizzato la strategia processuale dopo che il Gip Francesco Provenzano , rigettando la richiesta del pm Alessandra Russo, ha disposto l’imputazione coatta. Lo studio legale del professionista ,  fu oggetto di una perquisizione da parte della Squadra Mobile che indagava, su mandato della Procura, in relazione a una lettera, diffusa alla stampa dal legale, con la quale una donna, Angela Russotto, sorella di un cliente di Cusumano, si dissociava pubblicamente dalla scelta del compagno Mario Rizzo di avviare una collaborazione con la giustizia. La Procura della repubblica di Agrigento ipotizzava che quella lettera, consegnata agli organi di stampa, sarebbe una montatura e, in particolare, che la donna, sorella di Gerlando Russotto, si fosse dissociata dal fidanzato solo perché Cusumano l’avrebbe costretta a firmare la lettera di suo pugno. Il Giudice Monocratico Giuseppe Miceli, davanti al quale è partito il processo , ha fissato la data del 10 novembre per le conclusioni di Pm e difesa.  

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.