FAVARA – Domani la marcia interreligiosa per la pace

“Nous sommes”. È lo slogan della marcia interreligiosa per la pace che si terrà domani a Favara (Agrigento). Ad organizzarla la Comunità francescana e il Centro islamico Oltremare di Agrigento. Cristiani e musulmani dell’Agrigentino prenderanno parte alla manifestazione in risposta agli attacchi terroristici di Parigi e Copenaghen.     “Non bisogna agire da soli – spiega fra Giuseppe Maggiore, responsabile della comunità -. Non siamo ‘Je suis’, ma comunità: ‘Nous sommes’ pace, fratellanza e amore”. Anche Abdelmjed Dioua, reponsabile del Centro islamico Oltremare, sottolinea “l’importanza di manifestare insieme per la pace e di essere uniti contro il terrorismo”.     Alla marcia prenderanno parte anche il cardinale arcivescovo di Agrigento, Francesco Montenegro; il provinciale dei francescani, padre Alberto Marangolo; i delegati del dialogo interreligioso dell’arcidiocesi di Agrigento e dei frati minori di Sicilia e gli alunni delle scuole elementari, medie e superiori di Favara. Saranno proprio i bambini ad aprire il corteo che si snoderà lungo le stradine del paese per giungere fino al convento. Qui avverrà uno scambio di doni: l’imam di Agrigento, Driss Solulib, regalerà una tunica della preghiera e un Corano, mentre fra Giuseppe Maggiore donerà un saio e un Vangelo per ricordare il dialogo tra Francesco di Assisi e il sultano di Egitto e di Siria, Al-Malik al-K?mil, nel 1219.      Già da diversi anni, Favara e la Tenda di padre Abramo, sono luogo di incontro tra persone di diverso credo: da un lato i francescani e la comunità locale, dall’altro i numerosi immigrati che approdano nell’isola. La marcia interreligiosa di Favara, quindi, sarà un’importante occasione di dialogo interreligioso.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.