FAVARA – “Ha armi da guerra e bombe”: dopo 8 mesi scarcerato Amedeo Caruana

Aveva pure la mitraglietta Scorpion , e un altro paio di mitragliette, un mitragliatore con la filettatura del silenziatore , fucili, otto mila munizioni oer armi di ogni calibro, bombe a mano e granate. Un arsenale, insomma: l’elenco è lungo ma da ieri Amedeo Caruana, 56 anni, agrigentino di nascita e residente a Favara, è ai domiciliari. Dopo 8 mesi di carcere il Gip del Tribunale di Palermo, Fabrizio Molinari, ha ritenuto infatti “affievolite”, sebbene non del tutto cessate, le esigenze cautelari. Decisione che ha lasciato di stucco la Direzione distrettuale Antimafia, pronta a riccorrere al tribunale del riesame, dopo avere presentato un lungo e articolato parere negativo. Per il Gip Caruana non farà altri reati. Il favarese aveva detto di essere un collezionista, voleva la macchina della verità che esiste negli Stati Uniti ma da noi non è prevista nè ammessa. L’uomo, dopo l’arresto , aveva cercato di far sparire prove, scrivendosi sulle braccia istruzioni per la moglie, tipo “bruciare la Sim”. Scoperto e fotografato col “corpo del reato”, aveva insistito nell’affermare di dire la verità . anche sul modo in cui aveva trovato l’arsenale :”Dichiarazioni inverosimili, incongrue  e del tutto smentite dalle indagini svolte , avevano replicato i rappresentanti dell’accusa.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.