FAVARA – I particolari del maxi sequestro di droga che ha portato all’arresto di Gaspare Valenti

Emergono altri particolari sul blitz dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Agrigento e dei militari dell’Arma della Tenenza di Favara, che ha permesso di sequestrare un maxi-carico di droga. Dopo una serie di indagini gli investigatori impegnati in un servizio di controllo dinamico nel pomeriggio di giovedì fermavano un’autovettura Fiat Panda, alla cui guida si trovava Gaspare Valenti, 46enne, di Favara, il quale subito dopo l’alt intimato dai militari si dimostrava particolarmente nervoso ed agitato, fatto che insospettiva gli operatori. Questi ultimi, pertanto, procedevano immediatamente a perquisizione personale e veicolare trovando occultati all’interno di un marsupio posto sul sedile posteriore dell’autovettura 300 grammi di hashish, suddivisi in tre panetti da un etto l’uno, 10 grammi di cocaina avvolta in cellophane e 1.500 euro in banconote di piccolo taglio. A questo punto, con l’ausilio di altri carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile, la perquisizione veniva estesa a due immobili in uso al soggetto. Nel primo, ubicato in contrada Crocca, la perquisizione ha permesso di rinvenire 17,5 kg di hashish, suddivisi in 175 panetti, ulteriori 330 grammi di cocaina e 4 piante di marijuana dell’altezza di circa due metri cadauna, nonché strumenti e sostanze per il taglio ed il confezionamento del materiale stupefacente. Nel secondo immobile nel centro urbano di Favara venivano invece rinvenuti altri 16.700 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività di spaccio. Dopo le formalità di rito, Valenti veniva dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e rinchiuso nel carcere di Agrigento.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.