FAVARA – Inchiesta “Kainè trapeza”: Costanza ai domiciliari

I giudici del Tribunale del riesame di Palermo hanno disposto la modifica della misura cautelare della detenzione domiciliare con quella – meno afflittiva, degli arresti domiciliari per Nicolò Costanza, 51 anni, di Favara, imprenditore, titolare dell’impresa Gng Srl, fIgura centrale dell’inchiesta sfociata nei giorni scorsi nell’operazione della Guardia di finanza denominata “Kainè trapeza” su presunte irregolarità nell’appalto per i lavori del progetto “Ortus” relativi alla riqualificazione di un quartiere degradato di Favara.  Nelle prossime ore saranno depositati i provvedimenti riguardanti gli altri tre indagati sottoposti a misure cautelari: Giacomo Sorce, 52 anni, funzionario del Comune di Favara, Michelangelo Palumbo 46 anni, dipendente della ditta Gng Srl, e Antonella Nobile, 36 anni, collaboratrice di Costanza.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.