FAVARA – L’omicidio di Palumbo Piccionello, chiesto l’ergastolo per Baio

Il pubblico ministero Salvatore Vella ha chiesto l’ergastolo per il costruttore favarese, Antonino Baio, 73 anni, per l’omicidio dell’imprenditore e suo compaesano, Calogero Palumbo Piccionello, ucciso la sera del 28 novembre di due anni fa. Nel corso della sua requisitoria il Pm ha detto “Antonino Baio non merita le attenuanti generiche, ha ucciso a sangue freddo un uomo perché riteneva di essere stato etichettato come infame”. Così il magistrato della Procura di Agrigento
ha chiesto il massimo della pena nonostante l’imputato è sotto processo con il rito abbreviato. L’esclusione di un vizio di mente anche parziale, non consente di contenere la pena. Il Gup del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano ha rinviato il processo al 3 aprile per le arringhe della difesa di Baio.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.