FAVARA – Risultati Ris, il sangue trovato in casa di Russotto non è di Gessica: proseguono le indagini

I tanto attesi risultati dei Ris di Messina sugli esami effettuati su una traccia di sangue rinvenuta nel bagno dell’abitazione di Filippo Russotto, ex compagno di Gessica Lattuca sono arrivati.

Il sangue, inizialmente accostato alla 27enne madre di quattro figli scomparsa il 12 agosto, appartiene ad un uomo. E probabilmente, si tratta  del fratello di Gessica, Salvatore. Lo stesso Filippo Russotto aveva detto fin dall’inizio che il suo ex cognato si era ferito ad una mano ed era stato medicato nel suo bagno.

Russotto, adesso, aspetta il dissequestro di tutti i suoi beni (casa, auto e casa in campagna). I risultati dei Ris arrivano all’indomani del ritrovamento delle scritte comparsi  su due muri a Favara. Due muri differenti, su entrambi la stessa scritta: un nome, un cognome e la parola “Assassino”.

Mattino Cinque ha  raccontato, questa mattina,  i nuovi elementi del caso Gessica Lattuca.

Nella notte tra mercoledì e giovedì, a Favara, un anonimo ha usato una bomboletta spray rossa per indicare chiaramente il presunto colpevole. Il nome – che si preferisce non divulgare  – indica un abitante del piccolo comune in provincia di Agrigento dove da due mesi si aspetta una svolta delle indagini.

Davanti a queste scritte Giuseppina, la madre della ragazza, ha commentato: “Questa persona ha voluto dare un messaggio alla famiglia, alle autorità e anche ai giornalisti”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.