FAVARA – “Sfregiò con il vetro di casa”. Condanna confermata per un favarese

La Corte d’Appello di Palermo ha confermato la sentenza di primo grado che ha condannato a 2 anni di carcere, per lesioni personali gravissime, Gino Angelo D’Anna, 49 anni, di Favara, giudicato in abbreviato a seguito di una violenta aggressione a danno del suo vicino di casa, Giuseppe Morreale, 46 anni, colpito con un bicchiere di vetro rotto alla guancia e alla testa per futili motivi. Giuseppe Morreale si è costituito in giudizio Parte civile tramite l’ avvocato Daniela Posante (nella foto) che, tra l’altro, ha ottenuto a favore del suo assistito il riconoscimento dell’ aggravante, a carico di D’Anna, dello sfregio permanente provocato a Morreale.

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.