FAVARA – “Violentava e picchiava la moglie”, condannato

Secondo i giudici avrebbe picchiato e violentato la moglie perseguitandola per anni. Non avrebbe smesso neppure dopo la separazione, le denunce e il processo. Al termine di una camera di consiglio durata oltre due ore, è stata decisa la condanna. Il collegio presieduto da Giuseppe Miceli, ha inflitto quattro anni di reclusione di A.P., 64 anni di Favara, finito sotto processo con le accuse di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e stalking ed è stato interdetto per cinque anni dai pubblici uffici e dovrà risarcire la donna che si è costituita parte civile con l’assistenza dell’avvocato Maria Alba Nicotra. L’ammontare del risarcimento sarà deciso in sede civile. Il tribunale, tuttavia, ha stabilito una provvisionale da pagare subito, 8 mila euro. A.P., sempre secondo quanto stabilito dalla sentenza, resterà sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima fino al deposito delle motivazioni.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.