GELA – “Stack of Paper”, :fatture false, frode da 7 mln, 5 arresti

Cinque persone sono state arrestate dalla Guardia di finanza a Gela (Caltanissetta) con l’accusa di aver realizzato una frode fiscale da 7 milioni di euro utilizzando centinaia di fatture false. Le ordinanze di custodia cautelare, tre in carcere e due ai domiciliari, sono state emesse dal Gip di Gela Fabrizio Molinari su richiesta del procuratore Lucia Lotti e del sostituto Silvia Benetti, al termine di un’indagine avviata nel giugno 2012 e denominata “Stack of paper”. Nel corso dell’attivita’ investigativa i finanzieri hanno sottoposto ad accertamenti tributari undici soggetti economici, tra societa’ e ditte individuali, di Gela e di Niscemi, tutte operanti nella realizzazione di strutture metalliche. Il meccanismo fraudolento sviluppato dal 2007 al 2012, si basava sull’emissione di fatture false da parte di numerose societa’ cartiere, riconducibili direttamente ed indirettamente agli indagati e che attestavano prestazioni, in realta’ inesistenti, di servizio o di noleggio di attrezzature a favore della “Metal impianti srl” di Gela. Sono nove gli imprenditori coinvolti, assieme a un commercialista di Gela che era anche legale rappresentante di una delle societa’ cartiere. Oltre a occultare un imponibile di oltre 7 milioni di euro, la frode ha comportato l’omesso versamento di Iva per oltre 3 milioni di euro e la compensazione di imposte con crediti inesistenti per oltre 2 milioni di euro.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.