GELA – 12 bimbi malati battono cassa all’Eni

15 milioni di euro: è la richiesta di risarcimento formulata all’Eni da un gruppo di genitori di bambini nati con malformazioni neonatali le cui patologie sono da ricollegare all’inquinamento ambientale. Intanto, da Gela partono centomila cartoline per il premier Matteo Renzi con l’hashtag #matteocambiaverso. I sindacati, che hanno promosso la protesta, hanno lanciato lo slogan:”Non ci ha mandato via la mafia, ora lo fa lo Stato”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.