GELA – 37enne muore dentro al pronto soccorso rimbalzato da un ospedale all’altro

Indagini a Gela dopo la morte di un uomo di 37 anni al pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele. Francesco Giovanni Giudice è deceduto dopo essere stato rimbalzato tra gli ospedali di Gela e San Cataldo, poiché in entrambi non c’erano posti liberi per ricoverarlo.

Stando a quanto riportato da Ansa, Giudice si è presentato nell’ospedale gelese lamentando un forte dolore addominale con sospetta emorragia. Successivamente è stato portato a San Cataldo, per essere trasferito nell’unità operativa di gastroentologia. Lì è stato operato e stabilizzato. Per il 37enne, però un posto letto non c’era e così è stato rimandato a Gela, dove però è stato possibile sistemarlo soltanto in uno dei letti dell’astanteria del pronto soccorso.

Le condizioni di Giudice si sono aggravate nel pomeriggio. Il decesso è arrivato nel giro di pochi minuti. La procura ha aperto un’inchiesta e potrebbe disporre l’autopsia.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.