GELA – Acqua abusiva a un paese di oltre 20 mila abitanti

Cinque allacci abusivi alla condotta idrica Gela-Licata, con un prelievo illecito di 40 litri al secondo sufficiente a garantire l’approvvigionamento di acqua a un paese di oltre 20mila abitanti, sono stati scoperti dal personale delle aziende Siciliaque e Caltaqua nella zona di Marina di Butera, sulla statale 115, tra le contrade di Desusino e Falconara.

L’allarme era scattato da alcuni giorni per le lamentele dei gestori di lidi, alberghi, B&B, dei villaggi-vacanze e dei proprietari di seconde case, che non ricevevano acqua o ne ricevevano in quantità minima. Le ricerche di eventuali perdite avviate con un’azione congiunta dalle due aziende di fornitura e distribuzione idrica, attraverso la parzializzazione della rete e un aumento di pressione, hanno permesso di scoprire i “furbetti del contatore”, perché la più grossa delle linee abusive, quella da 30 litri al secondo, ha ceduto, lasciando fuoruscire una enorme quantità d’acqua.

Polizia e carabinieri stanno indagando per identificare gli abusivi che dovranno rispondere di furto e danneggiamento.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.