GELA – Cagnolino impiccato, morto dopo due giorni agonia

Un cucciolo di cane è morto dopo che, due giorni fa, era stato salvato da un tentativo di impiccagione. Tre ragazzini lo avevano appeso a un cartellone della stazione ferroviaria di Gela.

A notare quanto stava accadendo una donna che si trovava sul balcone e ha cominciato a urlare contro i tre ragazzi che si sono immediatamente dati alla fuga. Avrebbero tentato di impiccare il cane utilizzando una corda trovata in un capannone abbandonato, nei pressi della stazione ferroviaria. A prendersi cura dell’animale erano stati i volontari dell’associazione “Vita Randagia Onlus”. Il cucciolo, in seguito al salvataggio, sarebbe morto per le conseguenze di una malattia infettiva. Il violento episodio ha suscitato rabbia e sdegno nei social.

Condividi
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    30
    Shares
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.