GELA – Incendiarono auto: ai “domiciliari”

Tre ordinanze di misure cautelari sono state emesse dal gip del tribunale dei minori di Caltanissetta nei confronti di altrettanti studenti di Gela (di 14, 15 e 16 anni) che, il 15 gennaio scorso, avrebbero trafugato e poi incendiato la Fiat 500 di un artigiano. Ai Carabinieri, che li fermarono consegnandoli ai genitori con una denuncia a piede libero per “guida senza patente, ricettazione e danneggiamento seguito da incendio”, dichiararono di averlo fatto “per noia e per provare l’ebbrezza della guida spericolata da rally nei viottoli del parco di Montelungo”. A due dei tre giovani la magistratura ha imposto l’obbligo della permanenza nella propria abitazione, una sorta di “arresti domiciliari”, mentre il terzo è stato affidato a una comunità per minorenni. I Carabinieri, che hanno eseguito le ordinanze, stanno effettuando ulteriori indagini per accertare se nella vicenda siano coinvolti anche dei maggiorenni.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.