GELA – Picchiano e minacciano un bracciante tunisino, due arresti

Due contadini di Niscemi, Francesco Cona, di 56 anni, e Francesco Militello, di 28 anni, sono stati arrestati dalla polizia di Gela e posti ai “domiciliari” perche accusati dei reati di danneggiamento aggravato, violenza privata, lesioni personali e minacce aggravate in danno di un bracciante tunisino di 30 anni, per vecchi rancori originati da futili motivi. L’aggressione è avvenuta stamani alla periferia est di Gela, nel quartiere Carrubbazza. Il tunisino ferito e portato in ospedale è stato dimesso con una prognosi di 30 giorni.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.